CHIARELLI: UNIAMO IL CENTRODESTRA PER DARE SPERANZA AI TARANTINI E AGLI ITALIANI!

Questa mattina ho portato il mio saluto, a nome personale e rappresentando il pensiero di tutti gli amici di Direzione Italia, al congresso provinciale di Fratelli d’Italia. Nel mio intervento ho ribadito la necessità di ricercare momenti di confronto tra forze ideologicamente omogenee, come viatico per costruire una solida alleanza in grado di proporre una reale alternativa ai (mal)governi della sinistra e all’antipolitica inconcludente.
Uniamo il centrodestra per dare speranza ai tarantini e agli italiani!
 

ON.LE GIANFRANCO CHIARELLI: MELUCCI ESCA DAL SUO ISOLAMENTO

Intorno alla questione Ilva si sta sviluppando un dibattito che dura ormai da troppo tempo senza che si giunga purtroppo a risultati concreti. E ormai da oltre cinque anni che si attendono azioni che risolvano definitivamente una vertenza che riguarda lavoratori e cittadini, lavoro e salute. Quando accaduto negli ultimi giorni rappresenta il limite oltre il quale non è più possibile andare. Troppi sono gli interrogativi sul futuro dell’azienda siderurgica tarantina e poche le speranze ormai che si trovino le necessarie soluzioni in tempi brevi. Leggi tutto “ON.LE GIANFRANCO CHIARELLI: MELUCCI ESCA DAL SUO ISOLAMENTO”

PENSIONI DECURTATE: POLETTI CHIEDA SCUSA AI PENSIONATI, ALTRO CHE ESPRIMERE SODDISFAZIONE!

Giuliano Poletti, si è detto «soddisfatto» per la sentenza, che ha promosso il provvedimento sulle perequazioni pensionistiche, «perché ha stabilito la bontà del nostro lavoro e il rispetto dei principi costituzionali». Ancora una volta il ministro esprime concetti che risultano offensivi della intelligenza e della dignità dei cittadini. La Consulta come è noto, ha bocciato il blocco della rivalutazione delle pensioni stabilito dal governo Monti. Leggi tutto “PENSIONI DECURTATE: POLETTI CHIEDA SCUSA AI PENSIONATI, ALTRO CHE ESPRIMERE SODDISFAZIONE!”

Chiarelli (DIT): ILVA PROVVEDIMENTI DEL SINDACO INSUFFICIENTI

Ilva: basta con la guerra tra fazioni del PD.

Da candidato sindaco – commenta Rinaldo Melucci – avevo detto che il primo cittadino avrebbe dovuto incontrare subito i vertici Ilva. A neanche un mese dalla mia elezione ho dato loro il benvenuto a Palazzo di Città. Certi di una sinergia costruttiva e produttiva saremo lieti di collaborare con loro“. Tanto dichiarava lo scorso luglio il sindaco di Taranto con una nota ufficiale a margine dell’incontro a Palazzo di Città con la famiglia Mittal. Oggi appare evidente che quel “collaborare con loro” sia diventato di fatto impossibile. Leggi tutto “Chiarelli (DIT): ILVA PROVVEDIMENTI DEL SINDACO INSUFFICIENTI”

ILVA: IL GOVERNO CHIARISCA I TANTI DUBBI DELLA GESTIONE COMMISSARIALE

È dal 21 gennaio 2015, giorno della loro nomina, che i tre commissari straordinari Piero Gnudi, Corrado Carrubba ed Enrico Laghi, si occupano della gestione dell’Ilva in a.s., godendo della immunità penale ed amministrativa, e, soprattutto, ignorando ogni tipo di sollecitazione proveniente dal territorio, con il quale non hanno mai inteso dialogare. Leggi tutto “ILVA: IL GOVERNO CHIARISCA I TANTI DUBBI DELLA GESTIONE COMMISSARIALE”

PORTO DI TARANTO, CAPOFILA DELLA ZES DI TERRA D’OTRANTO DA LECCE A MATERA

L’ottimismo della volontà mi porta ancora a vedere nella Zes di Taranto uno strumento utile a costruire in un futuro prossimo nuove occasioni di sviluppo per affrancare l’area jonica dall’Ilva, ma il pessimismo della ragione mi fa vedere ogni giorno di più che attorno alla Zona economica speciale si sta giocando solo e soltanto una battaglia politica nella quale prevalgono interessi localistici che non hanno alcun riferimento con un piano strategico di sviluppo delle aree interessate, il quale, stando alla legge, deve essere predisposto dalla Regione Puglia. Leggi tutto “PORTO DI TARANTO, CAPOFILA DELLA ZES DI TERRA D’OTRANTO DA LECCE A MATERA”

COMUNALI: CHIARELLI, SINDACO SUB IUDICE A MARTINA FRANCA

Il pronunciamento del Tar di Lecce, che ha disposto nel termine dei prossimi 90 giorni il riconteggio dei voti di alcune sezioni (9, 13 e 29), rinviando al 21 marzo 2018 ulteriori determinazioni, accoglie il ricorso proposto da una delle parti, e, a prescindere dell’evoluzione sul piano giuridico, segnala un vulnus di natura politica: di fatto l’attuale amministrazione Ancona opera sub iudice, ma, soprattutto non gode di quella piena legittimità che solo un voto certo può garantire. Leggi tutto “COMUNALI: CHIARELLI, SINDACO SUB IUDICE A MARTINA FRANCA”

ESUBERI ILVA, CHIARELLI: “TRATTATIVA-PANTOMIMA CON MITTAL, SI AZZERI TUTTO”

All’indomani dell’incontro saltato fra Mittal e sindacati a Roma, l’on. Gianfranco Chiarelli interviene sulla questione, definendo l’intera trattativa una “pantomima”:

……..Se intenda disporre accurate verifiche relative alle garanzie generali di affidabilità dei gruppi che hanno presentato offerta per la suddetta gestione, affinché, prioritariamente rispetto alle valutazioni di natura economica, siano valutate le capacità manageriali…” Leggi tutto “ESUBERI ILVA, CHIARELLI: “TRATTATIVA-PANTOMIMA CON MITTAL, SI AZZERI TUTTO””

SULLA QUESTIONE ILVA

 

In epoca non sospetta, e soprattutto con atti parlamentari (atto Camera interpellanza 2/01746 testo di Martedì 4 aprile 2017, seduta n. 773) ponevo in dubbio la opportunità di assegnare la gestione al gruppo Mittal-Marcegaglia, avendo chiari i possibili drammatici scenari di cui oggi tutti sembrano rendersi finalmente conto. Successivamente, sempre con atti parlamentari (atto Camera interpellanza 2/01871 testo di Martedì 4 luglio 2017, seduta n. 826), ho evidenziato la preoccupazione per la crisi dell’indotto Ilva, ed in particolare degli autotrasportatori, sollecitando il governo ad emanare provvedimenti a favore delle aziende. Leggi tutto “SULLA QUESTIONE ILVA”

CHIARELLI (DIT): “MISURE PER IL SUD NON DIVENTINO BASE PER VOTO DI SCAMBIO”

“È il caso che il governo si sbrighi con l’emanazione dei decreti attuativi ed eviti che le misure per il Sud siano utilizzate come merce di scambio in campagna elettorale. Il governo ha quasi accumulato un mese di ritardo nell’emissione del decreto attuativo che permetterà la applicazione della misura denominata Resto al Sud contenuta nel decreto per lo sviluppo del Mezzogiorno convertito in legge il 3 agosto 2017. Leggi tutto “CHIARELLI (DIT): “MISURE PER IL SUD NON DIVENTINO BASE PER VOTO DI SCAMBIO””