LSU: INTERPELLANZA ON.LE CHIARELLI

In presenza di ritardi nella stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili, prevista dalla riforma Madia, l’on.le Gianfranco Chiarelli (Direzione Italia) è intervenuto nei confronti del Ministro del Lavoro con una interpellanza parlamentare. In particolare il parlamentare ionico fa riferimento a quanto si sta verificando in Puglia, dove gli uffici competenti della Regione, segnalano l’attesa di un necessario provvedimento del governo, per garantire continuità al rapporto di lavoro a 933 LSU, nelle more della stabilizzazione.
In allegato la interpellanza parlamentare e un documento della Regione Puglia.
si ringrazia per l’attenzione
cordiali salutiL’ufficio Comunicazione
cell. 392 9168912

Il sottoscritto chiede di interpellare il Presidente del Consiglio dei ministri, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, per sapere – premesso che:

  • Lo scorso 22 giugno è entrato in vigore il Nuovo Testo unico del Pubblico Impiego (D. lgs. 165/2001) con le modifiche introdotte dalla riforma Madia della Pubblica Amministrazione.
  • L’art. 20 del D. lgs. 75/2017 (Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni) dispone che le Pubbliche amministrazioni al fine di superare il precariato, ridurre il ricorso ai contratti a termine e valorizzare la professionalità acquisita dal personale con rapporto di lavoro a tempo determinato, possono, nel triennio 2018-2020, in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni   e con l’indicazione della relativa copertura finanziaria, assumere a tempo indeterminato personale non dirigenziale in possesso di prestabiliti requisiti.
  • Il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, ed il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, hanno sottoscritto una convenzione che assegna alla Regione Puglia risorse finanziarie pari 8milioni e 454mila euro, a valere sul Fondo occupazione, destinate ad incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di 933 lavoratori socialmente utili attualmente operanti in vari enti locali della regione.
  • In data 1 dicembre 2017 il Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, in riscontro a istanza del Movimento LSU, con nota prot. A00_0014902 si comunica « …..ad oggi non è pervenuta, da parte del competente Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alcuna comunicazione in merito alla proroga delle attività socialmente utili; pertanto non si può procedere alla stipula della convenzione di cui all’art. 78 della Legge 388/2000, comma 2, lett. B, necessaria per la prosecuzione dell’attività di cui trattasi……» (si allega documento integrale)

Se intendano verificare lo stato dell’arte del provvedimento al fine di consentire nei termini previsti dalla normativa sulla stabilizzazione dei lavoratori precari l’adozione dei necessari piani da parte degli enti locali.

On. Avv. Gianfranco Chiarelli

Commissione Giustizia Camera dei Deputati

Roma 13 dicembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *