GIANFRANCO CHIARELLI: LE NOSTRE PROSPETTIVE DI SVILUPPO

D. Onorevole Chiarelli una nuova sfida elettorale, in un momento molto difficile per il nostro Paese, come intende affrontarla?
r. Lo stato in cui versa il nostro paese oggi è sicuramente estremamente critico, per usare un eufemismo; i governi di centro-sinistra, con il valido contributo della parentesi tecnica targata Monti-Fornero, ci consegnano un’Italia sostanzialmente senza prospettive di sviluppo, con un altissimo livello di disoccupazione reale, una pressione fiscale fuori misura, e un generale stato di insicurezza. In questo contesto il mio impegno, e in generale quello del centrodestra, è quello di proporre una reale alternativa, con un progetto che segni realmente la svolta.

Leggi tutto “GIANFRANCO CHIARELLI: LE NOSTRE PROSPETTIVE DI SVILUPPO”

LEGGE DI STABILITA’ 2018: NESSUNA PROSPETTIVA DI REALE SVILUPPO

Legge di stabilità 2018, una vera e propria manovra propagandistica, tutta bonus e regalie, senza alcuna prospettiva di reale sviluppo. Si rinviano alle prossime finanziarie i problemi, come, ad esempio, l’aumento dell’Iva, previsto per il 2020. Nessun accenno alla riduzione delle tasse, nessuna reale attenzione verso le imprese, le professioni, il tessuto produttivo del Paese, sempre più in difficoltà. Per non parlare dell’accanimento nei confronti dei pensionati e della beffa dell’Ape Social per i lavoratori precari. Una legislatura che si conclude nel modo peggiore, lasciando gli italiani in una condizione di totale incertezza, e senza alcuna prospettiva di crescita!

ON.LE GIANFRANCO CHIARELLI: MELUCCI ESCA DAL SUO ISOLAMENTO

Intorno alla questione Ilva si sta sviluppando un dibattito che dura ormai da troppo tempo senza che si giunga purtroppo a risultati concreti. E ormai da oltre cinque anni che si attendono azioni che risolvano definitivamente una vertenza che riguarda lavoratori e cittadini, lavoro e salute. Quando accaduto negli ultimi giorni rappresenta il limite oltre il quale non è più possibile andare. Troppi sono gli interrogativi sul futuro dell’azienda siderurgica tarantina e poche le speranze ormai che si trovino le necessarie soluzioni in tempi brevi. Leggi tutto “ON.LE GIANFRANCO CHIARELLI: MELUCCI ESCA DAL SUO ISOLAMENTO”

PENSIONI DECURTATE: POLETTI CHIEDA SCUSA AI PENSIONATI, ALTRO CHE ESPRIMERE SODDISFAZIONE!

Giuliano Poletti, si è detto «soddisfatto» per la sentenza, che ha promosso il provvedimento sulle perequazioni pensionistiche, «perché ha stabilito la bontà del nostro lavoro e il rispetto dei principi costituzionali». Ancora una volta il ministro esprime concetti che risultano offensivi della intelligenza e della dignità dei cittadini. La Consulta come è noto, ha bocciato il blocco della rivalutazione delle pensioni stabilito dal governo Monti. Leggi tutto “PENSIONI DECURTATE: POLETTI CHIEDA SCUSA AI PENSIONATI, ALTRO CHE ESPRIMERE SODDISFAZIONE!”

ESUBERI ILVA, CHIARELLI: “TRATTATIVA-PANTOMIMA CON MITTAL, SI AZZERI TUTTO”

All’indomani dell’incontro saltato fra Mittal e sindacati a Roma, l’on. Gianfranco Chiarelli interviene sulla questione, definendo l’intera trattativa una “pantomima”:

……..Se intenda disporre accurate verifiche relative alle garanzie generali di affidabilità dei gruppi che hanno presentato offerta per la suddetta gestione, affinché, prioritariamente rispetto alle valutazioni di natura economica, siano valutate le capacità manageriali…” Leggi tutto “ESUBERI ILVA, CHIARELLI: “TRATTATIVA-PANTOMIMA CON MITTAL, SI AZZERI TUTTO””

CESSIONE ILVA: “CHIAREZZA. DIVERSAMENTE MEGLIO RIPENSARCI”

“La cronaca di questi giorni ci parla di una possibile dilatazione dei tempi per l’attuazione dell’AIA, di ritardi biblici per la copertura dei parchi minerali (ammesso che si facciano); in generale di una cessione al buio che, per quanto è dato sapere, non risolverà, sicuramente non in tempi decenti, i problemi legati all’inquinamento”. Questo quanto dichiarato da Gianfranco Chiarelli, Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, a proposito dell’acquisto dello stabilimento Ilva. Leggi tutto “CESSIONE ILVA: “CHIAREZZA. DIVERSAMENTE MEGLIO RIPENSARCI””